Registered office: Londra | Sede in Italia: Milano
  • Contatto telefonico (+39) 02-80897108

Articoli

LE ASSERZIONI DI BILANCIO

Le asserzioni sono definite come l’identificazione e la valutazione dei rischi di errore significativi mediante la comprensione dell’impresa e del contesto in cui opera.

Le asserzioni si distinguono nelle seguenti categorie: 

  • asserzioni relative a classi di operazioni ed eventi attinenti il periodo soggetto a revisione; in questa categoria rientrano le seguenti asserzioni: 
    • manifestazione: le operazioni e gli eventi che sono stati registrati si sono effettivamente verificati ossia hanno avuto effettivamente luogo e sono pertinenti all’impresa;
    • Completezza: tutte le operazioni e gli eventi che avrebbero dovuto essere registrati sono stati effettivamente registrati;
    • Accuratezza: gli importi e gli altri dati relativi alle operazioni e altri eventi sono stati registrati correttamente e accuratamente; 
    • Competenza: le operazioni gli eventi sono stati registrati nel corretto periodo contabile;
    • Classificazione: le operazioni e gli eventi sono stati registrati nei conti appropriati.
  • Le asserzioni attinenti saldi contabili di fine esercizio; in questa categoria rientrano le seguenti asserzioni: 
    • esistenza: le attività le passività e il patrimonio netto esistono; 
    • diritti ed obblighi: l’impresa possiede o controlla i diritti sulle attività e le passività sono obbligazioni dell’impresa; 
    • completezza: tutte le operazioni e gli eventi che avrebbero dovuto essere registrati sono stati effettivamente registrati; 
    • valutazione e classificazione: le attività e le passività e il patrimonio netto sono esposti in bilancio per un importo appropriato ed ogni rettifica di valutazione o classificazione è stata registrata correttamente.
  • Asserzioni riguardanti la presentazione e l’informativa: in questa categoria rientrano le seguenti asserzioni: 
    • manifestazioni e diritti ed obblighi: gli eventi e le operazioni e altri aspetti rappresentanti hanno avuto effettivamente luogo e riguardano l’impresa; 
    • completezza: tutte le informazioni che avrebbero dovuto essere fornite sono state riportate in bilancio; 
    • classificazione e comprensibilità: le informazioni economico finanziarie sono presentate descritte in modo adeguato e l’informativa è espressa con chiarezza; 
    • accuratezza e valutazione: le informazioni economico finanziarie e le informazioni di diversa natura sono presentate correttamente e per il loro corretto ammontare. 

Le asserzioni possono anche essere utilizzate in combinazione tra loro secondo l’obiettivo che si intende raggiungere ad esempio si possono combinare le asserzioni relative alle classi di operazioni con quelle relative ai saldi contabili. 

Le asserzioni rappresentano gli obiettivi da verificare sulla voce in oggetto. 

Va tenuto presente che non tutte le asserzioni hanno la stessa importanza per il revisore. Quelle più importanti sono quelle legate al rischio tipico della singola voce di bilancio.

Le asserzioni permettono di acquisire in modo efficace quegli elementi probativi che meglio rispondono all’obiettivo che ci si è prefissati.